E’ sempre la memoria galeotta che riporta in vita tutto quello che credevamo sommerso per sempre: vecchi mobili, giocattoli e fiabe antiche decidono di riandare, di riaccendere l’incantesimo nell’arco di una notte.
Sono i piccoli eroi di sempre, fatti di grandezze e materiali diversi, che si animano per una improbabile fiaba, per strani amori, ingenue ricerche, pericolosi incontri.
Nella memoria tutto si compone, Peter Pan con la sua smania di non diventare grande, Pulcinella con la sua fame antica e poi Biancaneve, il Pifferaio magico, Pinocchio, il Principe azzurro, il Clown, il Soldatino di stagno.
La memoria ne smussa le diversità li rende complici di un’avventura impossibile come quella di fermare il tempo. Per affermare una verità, le fiabe sono le cose più belle.
Il piccolo Peter ed il vecchio nell’eterno incontrollabile rincorrersi.
Non ci sarà bisogno di fermare il tempo: basterà sorridere sull’intera vita trascorsa e, ogni tanto, dare voce a questi piccoli eroi del bambino che ancora sogna in ognuno di noi.

 

Tecniche: teatro danza, acrobazie al trapezio, corda e tessuto, trampoli, teatro d’attore, canto, musica.
Durata: 60’
Testo: Vincenzo Massetti
Regia: Giulia e Vincenzo Massetti
Coreografie: Mauro Bocchi
Musiche: d’autore riprodotte in studio su supporto digitale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment